23 Aprile 2024

Turismo: Ceccarelli: “Grazie ad Ibe per il supporto, auspichiamo lo stesso dalle Istituzioni”


Condividi sui social
Turismo: Ceccarelli: “Grazie ad Ibe per il supporto, auspichiamo lo stesso dalle Istituzioni”

Oggi ANBTI – CONFCOMMERCIO ha preso parte all’evento di presentazione di IBE Intermobility and Bus Expo, l’appuntamento biennale di IEG Italian Exhibition Group di riferimento per il mondo del trasporto e del turismo e delle filiere industriali connesse, in programma alla Fiera di Rimini dal 19 al 21 novembre. Tra gli speaker dell’evento presso The Hub – Venture Group a Roma, Enrico Ceccarelli, Consigliere e Socio Fondatore di Anbti – Confcommercio: “Ringrazio l’organizzazione per la possibilità che ci ha dato di essere qua in questa giornata e ad Ibe 2024, ringrazio per il sostegno che mai hanno fatto mancare alla nostra categoria dall’inizio della nostra partnership. L’Associazione Nazionale Bus Turistici Italiani, aderente a Confcommercio, è nata con l’obiettivo di restituire una dignità ai Bus Turistici che troppo spesso sono considerati – a grandissimo torto – come una categoria che danneggia il Paese. Ci definiamo le Ruote del Turismo e siamo un punto di snodo fondamentale dell’Intermobilità dei grandi hub, dei centri, delle città. Solo dal turismo dei borghi ci sono arrivati a livello di incoming oltre 9 milioni di visitatori nell’ultimo anno. Questo tipo di turismo e questo tipo di località può essere raggiungibile esclusivamente con gli autobus turistici, se si escludono le vetture. Va da sé, che un autobus da 50 persone è molto più a ecologico rispetto a 10 macchine con 5 persone. Il discorso della mobilità elettrica è oggi un miraggio, lo diciamo senza giri di parole. Non esistono autobus elettrici o batterie in grado di percorrere le distanze che copriamo noi e non ci sono strutture per l’approvvigionamento, oltre ai tempi che sono molto lunghi e che non sono adattabili al nostro Turismo. Oggi per noi la frontiera a livello di emissioni si chiama motore Euro 6, step E che ha delle emissioni vicine allo zero. Auspichiamo per questo che vengano messe a terra politiche di incentivi come ne esistono per il TPL e che permetterebbero a tutte le aziende che rappresentiamo un rinnovamento della flotta all’insegna del green. L’Associazione è composta da tante aziende medio-piccole, aziende private, capite che acquistare un mezzo Euro 6 Step E da 400.000 euro porta i proprietari a delle esposizioni a livello bancario o finanziario importanti. Un meccanismo di incentivi strutturali permetterebbe alle aziende di avere a disposizione flotte moderne ed efficienti con un gran ritorno anche per l’immagine del Paese. Dobbiamo risolvere questi problemi cronici del settore, come la carenza di autisti, la mancanza dell’accisa agevolata sul gasolio e ancora la tassazione altissima per gli accessi Ztl. Vorrei che la stessa sensibilità mostrata da Ibe verso la categoria che rappresentiamo sia presa a modello dalle Istituzioni e da chi può veramente decidere le sorti di un Turismo che porta in Italia oltre 150 milioni di visitatori all’anno”.

Tag: , , , , , , ,