fbpx
skip to Main Content
info@busturistici.com | segreteria@busturistici.com | presidente@busturistici.com

Offensivo e non correttamente valutato. L’articolo 12 del Decreto Ristori quater che prevede finanziamenti per i bus panoramici scoperti è così ritenuto dal raggruppamento italiano di aziende di bus turistici. La richiesta è il cambiamento del provvedimento, che beneficerebbe solo una piccola parte di lavoratori fermi dall’inizio della pandemia

 

“Apprendiamo con stupore che il Decreto Ristori quater prevede un incremento al fondo dei tour operator di 10 milioni di euro, destinati esclusivamente agli autobus panoramici scoperti con Codice Ateco 493100. In Italia circolano solo 100 mezzi del genere, l’80% dei quali di proprietà di una sola azienda. Pur rendendo atto al governo di aver provveduto ad un conforto per l’intero settore, grazie ai finanziamenti del Decreto Ristori bis, temiamo però che quest’ultimo aiuto milionario rischi di essere a beneficio solo di pochi”.

Lo ha dichiarato il presidente del Comitato dei Bus Turistici Italiani Riccardo Verona, commentando l’Articolo 12 del Decreto Ristori quater che prevede 10 milioni di euro per i bus scoperti riportanti il Codice Ateco 493100, lasciando di fatto fuori aziende che offrono lo stesso servizio grazie ai bus coperti o che hanno una dicitura fiscale diversa. “Stiamo affrontando, ormai dall’inizio dell’emergenza sanitaria, una crisi mai subìta, facendo immensi sacrifici. Una crisi che ha messo in ginocchio migliaia di lavoratori e le loro famiglie – ha aggiunto Verona – troviamo inopportuno e offensivo quindi un finanziamento che, presumiamo, non sia stato attentamente valutato e che, confidiamo, possa essere ripreso in esame più correttamente durante l’iter parlamentare. Non vorremmo dover ricorrere alla Comunità Europea, segnalando aiuti di Stato ad una singola azienda. Azione questa che, di fatto, falsa il mercato della libera concorrenza”.

Back To Top