fbpx
skip to Main Content
info@busturistici.com | segreteria@busturistici.com | presidente@busturistici.com

Al seguente link è consultabile la mappa pubblicata dall’ECDP (Centro Europeo per la Prevenzione delle Malattie) aggiornata al 1° aprile 2021 – clicca QUI.
Vi segnaliamo di seguito le ultime disposizioni attuate da alcuni paesi europei per contrastare la diffusione del virus.

Gran Bretagna – obbligo del test anti-covid per i soggiorni superiori alle 48 ore
A partire dal prossimo 6 aprile, la Gran Bretagna renderà obbligatorio lo svolgimento di test anti-covid per i soggiorni superiori alle 48 ore, da sostenere: il primo entro i primi due giorni dall’arrivo, i successivi ogni tre giorni. La data e l’ora di arrivo dell’autista saranno raccolte e registrate nel modulo di localizzazione passeggeri, che l’autista deve compilare nelle 48 ore che precedono l’ingresso nel Paese (clicca QUI)
I test gratuiti per gli autotrasportatori sono disponibili presso i siti di consulenza degli autotrasportatori in tutto il paese (clicca QUI). Non è richiesta la prenotazione, ma occorre controllare l’elenco dei siti per verificarne l’apertura ed eventuale disponibilità.
In caso di controllo su strada, l’autista che non possiede la prova di un test negativo, può essere multato fino a £ 2.000.
Per i soggiorni in Gran Bretagna inferiori a 48 ore, il test non è obbligatorio, a meno che  l’autista non si sia recato negli ultimi dieci giorni in un paese nella lista rossa che potete visualizzare cliccando QUI. Sarà in ogni caso necessario compilare il modulo di localizzazione del passeggero prima di imbarcarsi per il Regno Unito.

Camionisti esonerati dal tampone tra Gran Bretagna e Francia
Il Journal Officiel francese ha pubblicato il Decreto che annulla l’obbligo per gli autisti di veicoli industriali che entrano in territorio francese dalla Gran Bretagna di presentare il certificato di negatività al Covid-19. Finora, l’esenzione era prevista solo per chi aveva trascorso meno di 48 ore in Gran Bretagna, mentre ora non ci sono limiti di tempo. L’esenzione riguarda solamente i professionisti dell’autotrasporto e non le altre persone con età superiore a undici anni, per le quali resta l’obbligo del test.

Francia – Attestazioni  a bordo e obbligo segnalazione angoli ciechi
Al seguente link è possibile scaricare l’ultima versione delle attestazioni da avere con sé durante gli spostamenti in territorio francese: clicca QUI.
Le attestazioni di interesse per gli autisti sono:
Attestation de déplacement dérogatoire “couvre-feu” (attestazione di spostamento derogatorio nelle ore di coprifuoco, in tutta la Francia dalle 19 alle 6 del giorno successivo);
Justificatif de déplacement professionnel (attestazione di spostamento per motivi lavorativi).
Si comunica inoltre che la Francia non prolungherà il “periodo di tolleranza” rispetto all’applicazione delle sanzioni per la mancata applicazione degli adesivi che segnalano sui veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate i cosiddetti “angoli ciechi”. A partire da oggi 1 ° aprile, i veicoli non dotati di adesivi potranno essere sanzionati.

Spagna – Obbligo di test per chi arriva dalla Francia
E’ consentito l’ingresso in Spagna da tutti i Paesi europei ed appartenenti allo spazio Schengen, senza obbligo di quarantena. Tuttavia, fino al 5 aprile 2021 sono stati ristabiliti i controlli alla frontiera terrestre con il Portogallo.
Dal 31 marzo l’obbligo di test PCR è in vigore anche per chi arriva dalla Francia via terrestre, tranne per i minori di sei anni, gli autotrasportatori, i lavoratori frontalieri, i residenti delle zone di confine in un raggio di 30 km.

Lo studio rimane a disposizione per tutte le informazioni relative alle disposizioni anti-covid in Europa. Non esitate a contattarci prima della partenza.

Back To Top