fbpx
skip to Main Content
info@busturistici.com

Lo scorso 17 giugno un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate ha definito in maniera più dettagliata le modalità di applicazione delle disposizioni in materia di tax credit vacanze disciplinato dall’articolo 176 del decreto legge 19 maggio 2020, n.34 (Decreto Rilancio).
Il beneficio è utilizzabile dai nuclei familiari con un ISEE non superiore a 40 mila euro, in particolare da un unico soggetto, fruibile nella misura dell’80%, d’intesa con il fornitore,sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto ed il restante 20% come credito d’imposta ed utilizzabile tra il 1 luglio ed il 31 dicembre.
Per poter accedere all’agevolazione il beneficiario, attraverso l’app IO resa disponibile da PagoPA SpA, presenta domanda. PagoPA verifica i requisiti e genera un codice univoco e un QR code che il beneficiario userà nella prenotazione a strutture turistico-ricettive e che mostrerà al fornitore (hotel, agriturismi, b&b).
Si fa presente che tale beneficio viene ammesso solamente per le prenotazioni di strutture turistico-ricettive senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici (agenzie di viaggio, tour operators…) .
Il fornitore, a partire dal giorno successivo a quello in cui ha applicato lo sconto , recupera il medesimo mediante un credito d’imposta esclusivamente fruibile mediante compensazione. Con successiva risoluzione da parte dell’Agenzia delle Entrate verrà comunicato il codice tributo da indicare sul modello F24 per l’utilizzo in compensazione del medesimo credito.
Potete consultare il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate cliccando qui.

Back To Top