fbpx
skip to Main Content
info@busturistici.com | segreteria@busturistici.com | presidente@busturistici.com

A seguito della nostra newsletter inviata ieri nella quale abbiamo riportato le misure a sostegno del trasporto con autobus inserite nella Relazione della Commissione Bilancio della Camera nell’ambito del PNRR, segnaliamo ora la Relazione delle Commissioni Riunite del Senato.

Il documento è disponibile al seguente link: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/DF/359414.pdf

Fra le misure presenti per i bus turistici viene previsto quanto segue:

– (pagina 53) Nell’ambito dei progetti per il rinnovo e l’ammodernamento tecnolo­gico del trasporto pubblico locale (TPL), del trasporto privato e delle merci, va segnalata la mancanza di iniziative volte a comprendere anche i veicoli destinati al trasporto turistico, che rivestono fondamentale importanza nell’offerta turistica nazionale ed internazionale del Paese, per cui occorre prevedere un adeguato investimento per il rinnovo della flotta del settore dei bus turistici, anche nell’ottica di utilizzarli a supporto del TPL e del trasporto scolastico, come già sta avvenendo in alcune regioni a causa delle nuove esigenze di mobilità dovute alla crisi pandemica;

(pagina 129) 7)prevedere lo stanziamento di fondi adeguati per il rinnovo della flotta del comparto bus turistici, per sostenere il passaggio del parco mezzi verso veicoli Euro VI e veicoli elettrici, valutando altresì la messa a regime della sinergia pubblico-privato, sperimentata nel corso dell’emergenza, con il supporto al trasporto pubblico locale da parte di bus turistici a breve raggio;

(pagina 186) Si rileva inoltre che i 7,5 miliardi di euro dedicati alla mobilità sostenibile delle città (M2C2) risultano del tutto insufficienti. Gli stessi piani urbani per la mobilità sostenibile delle principali città sono più avanzati rispetto al PNRR. Inoltre, gli investimenti per la cura del ferro sono davvero minimi (da segnalare come il Piano attualmente riconosca che « l’uso del metano come combustibile alternativo deve essere attuato più rapidamente nel breve e medio termine a causa della mancanza di adeguate infrastrutture di ricarica o rifornimento per i veicoli elettrici o a idrogeno »). Appare al riguardo necessario intervenire prevedendo opportune risorse per incentivare le infrastrutture di ricarica. In particolare, nell’ambito dei progetti per il rinnovo e l’ammodernamento tecnologico del trasporto pubblico locale (TPL), del trasporto privato e delle merci, occorre prevedere misure di sostegno anche per il rinnovo e il potenziamento della flotta del settore dei bus turistici (comparto di circa 6.000 imprese, 25.000 lavoratori e circa 25.000 mezzi a disposizione, per un fatturato annuo di oltre 2,5 miliardi di euro, del quale l’80 per cento è andato perduto nel 2020), che rivestono fondamentale importanza nell’offerta turistica nazionale e inter­ nazionale del Paese, che viene premiata laddove il trasporto è all’avan­guardia in tema di sicurezza, comfort, mobilità green.

Back To Top