fbpx
skip to Main Content
info@busturistici.com | segreteria@busturistici.com | presidente@busturistici.com

Con risoluzione n.3 del 13 gennaio 2021, l’Agenzia delle Entrate indica le sequenze di cifre da utilizzare e le istruzioni che le imprese devono seguire per accedere ai bonus previsti.

Sia la Legge di Bilancio 2020, e quindi approvata più di un anno fa, che quella 2021 hanno confermato la possibilità per le imprese di accedere a un credito di imposta per investimenti in beni strumentali. Le modalità di utilizzo dei due crediti di imposta per investimenti in beni strumentali sono le seguenti:

  • secondo le regole della Legge di Bilancio 2020 è utilizzabile solo in compensazione, in 5 quote annuali dello stesso importo, che solo in alcuni casi vengono ridotte a 3, a decorrere dall’anno successivo a quello di entrata in funzione dei beni o a decorrere dall’anno successivo a quello dell’avvenuta interconnessione dei beni.
  • secondo quanto stabilito per il 2021, il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, in tre quote annuali di pari importo, a decorrere dall’anno di entrata in funzione dei beni o a decorrere dall’anno di avvenuta interconnessione dei beni, ma per gli investimenti in beni strumentali effettuati a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021, il credito d’imposta spettante ai sensi del comma 1054 ai soggetti con un volume di ricavi o compensi inferiori a 5 milioni di euro è utilizzabile in compensazione in un’unica quota annuale.

Il testo completo della risoluzione è disponibile al seguente link: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/3057149/Risoluzione+codici+F24+-+credito+beni+strumentali+ex+iper+.pdf/4563b3b4-e6bb-9253-ec4c-37cff0a5a6b3

Restiamo a vs disposizione per eventuali approfondimenti

Back To Top